You are here:>>>>, Storia di Firenze>>Calcio Storico 2012, istruzioni per l’uso!

Calcio Storico 2012, istruzioni per l’uso!

 Il Calcio Storico Fiorentino è fra le più antiche tradizioni della città e si ripete ogni anno nel mese di giugno. La partita quest’anno si svolgerà il 16 e 17 giugno e la finale verrà disputata come sempre il 24 giugno per San Giovanni. Si tratta di un gioco molto appassionante che definirei un mix di calcio moderno, rugby, football americano, ma anche lotta greco-romana e boxe! Insomma, ben poche regole! Un gioco ‘maschio’, dove si gioca per il proprio quartiere e la propria città.

Per chi non l’avesse mai visto, si tratta di un gioco molto antico: i giocatori indossano costumi del ‘500 per ricordare una celebre partita, quella del 1530 quando, nonostante Firenze fosse sotto assedio  da molti mesi, i fiorentini decisero di giocare comunque la partita in spregio all’assediante esercito di Carlo V. Ma il gioco è sicuramente molto più antico.

Alle 16 recatevi alla Chiesa di Santa Maria Novella: è da lì che inizia il bellissimo corteo con 530 figuranti in costume storico insieme ai giocatori (anzi i ‘calcianti’) di tutte le squadre. A proposito, le squadre sono 4: i Rossi di Santa Maria Novella, i Verdi di San Giovanni, i Bianchi di Santo Spirito e gli Azzurri di Santa Croce!

Il corteo attraversa tutto il centro per giungere più o meno un’ora dopo in Piazza Santa Croce dove si gioca la partita. Prima del gioco vero e proprio, i figuranti sfilano in campo, cioè la piazza vera e propria che per l’occasione è coperta di terra e circondata dalle tribune degli spettatori, gli sbandieratori si esibiscono in lanci coreografici e infine c’è il consueto omaggio a Fiorenza al quale partecipano tutti gli spettatori. Dopodichè, verso le 17, inizia la partita: ogni squadra è composta da 27 giocatori, la durata è di 50 minuti senza interruzione e senza possibilità di sostituzioni. Lo scopo è fare punto (ad ogni costo e in qualunque modo!) mettendo la palla nelle reti collocate lungo tutta la lunghezza dei lati corti del campo. La palla non deve essere lanciata nella rete, ma depositata perchè altrimenti il punto va all’altra squadra. L’eventuale ‘goal’ viene definito ‘caccia’ e viene annunciato dallo sparo della ‘colubrina’ seguito dal cambio di campo.

La squadra si compone di 15 Corridori o Innanzi (attaccanti), 5 Sconciatori (mediani), 3 Datori (terzini), 4 Datori Indietro (portieri). C’è poi il Giudice Arbitro che dirige il gioco, ma è il Maestro di Campo che controlla la regolarità del gioco e ristabilisce la disciplina ove necessario visto che una caratteristica di questo gioco sono i placcaggi continui che spesso si trasformano in zuffe e in passato addirittura in vere e proprie risse violente. Famosa la partita del 2006 durante la quale una cinquantina di calcianti furono coinvolti una maxi rissa durante il gioco che mise a dura prova anche le forze dell’ordine. La ‘punizione’ fu un anno senza calcio storico e per mettere un freno alla violenza furono stabilite nuove regole che prevedevano limiti d’età e l’esclusione dal gioco per chi avesse avuto dei precedenti penali a proprio carico. L’anno scorso le regole sono state di nuovo modificate annullando i limiti d’età e attenuando quella sui pendenti penali, mentre si è deciso di consentire gli scontri fra giocatori, ma solo uno contro uno, pena l’esclusione totale dal gioco per il giocatore che si intromette. Siete curiosi di conoscere qual’è il premio per la squadra vincitrice? Semplicemente…una bella vacca Chianina!

Che siate fiorentini o meno, il Calcio Storico ha il potere di coinvolgere e appassionare chiunque: ne  sarete conquistati e vi ritroverete sicuramente a urlare ed incitare  l’una o  l’altra squadra!

I biglietti per assistere alle partite vanno dai 21 ai 37 euro, munitevi di crema solare perché il sole picchia e di tanta acqua da bere! Le strade che portano alla piazza verranno chiuse prima della partita per creare dei filtri di sicurezza.

Ci vediamo in piazza e….Viva Fiorenza!!!

By | 2012-06-10T00:00:00+00:00 giugno 10th, 2012|Eventi, Storia di Firenze|0 Comments


By browsing the site you accept the use of cookies. Informations

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close